logo
IT | EN | DE

Museo dell'Olio

Il frantoio dall'artigianato rurale agli albori della tecnologia industriale: questo è il filo conduttore del MUSEO DELL'OLIO, ideato e realizzato da Umberto Turri nella primavera del 1988. Museo aziendale, nonché prima iniziativa di questo tipo in Italia, riceve una media annua di 50.000 visitatori. È una rassegna unica nel suo genere, che vuol dare testimonianza di un sistema produttivo che ha coinvolto per oltre un millennio le popolazioni rurali dell'area mediterranea. È anche la storia di un territorio e di una civiltà che, pur con scarse risorse e conoscenze scientifiche, si è misurata per secoli con la fatica e il lavoro necessario per estrarre da un frutto così prezioso, l'oliva, un alimento di primaria importanza. Il percorso si snoda a partire da un'epoca in cui le tecniche di lavorazione erano statiche e immutabili per giungere, agli inizi del Novecento, all'acquisizione delle opportunità offerte dalla nascente industria meccanica e dai rapidissimi progressi della tecnologia.

In esposizione troviamo strumenti antichi e inconsueti, in uso nei frantoi dal Settecento sino agli inizi del Novecento, oltre a suppellettili e attrezzi utilizzati in varie epoche. Domina un'imponente pressa a leva in legno di quercia, un frantoio azionato da una ruota a trazione idrica (perfettamente funzionante) e altri originali esemplari di presse in legno e in ferro. Un'apposita sezione racconta la coltivazione dell'olivo e la produzione dell'olio, attraverso pannelli didattici e video. Il Museo dell'olio d'oliva ha suscitato anche l'interesse dei mass media: numerosi articoli e servizi televisivi lo hanno fatto conoscere anche in Europa. Dell'attività museale si occupano direttamente Flavio Turri e la moglie Liliana Martino, che hanno ereditato la passione da Umberto e hanno ampliato ulteriormente le sale espositive.

                                   

Informazioni Generali

Tipologia museo: aziendale privato
Anno apertura : 1988
Media annua visitatori: 50.000
Responsabili museo: Martino Liliana, Turri Flavio
Guide: Le visite per i singoli privati sono libere e prive di nostri accompagnatori, le visite in gruppo sono a pagamento.
Videoguide: lingua italiana, tedesca, inglese , francese, olandese. 
Indirizzo: Museo dell’Olio – Via Peschiera 54 37011  Cisano di Bardolino VR ITALY
Tel 045 6229047 - Fax 045 6229024 - mail: [email protected]  - Web Site www.museum.it

Visite in gruppo : è necessaria la prenotazione scritta.previo accordo telefonico per verificare la disponibilità. Per costi e modalità di visita vi preghiamo di contattarci via mail all’indirizzo [email protected] oppure via telefono al numero 045 6229047 Consulta regolamento sottostante per visite in gruppo.
Accessibilità per disabili il 50% della struttura museale è accessibile ai disabili, compresa la sala proiezioni.
Durata della visita: Un’ora circa con video proiezioni incluse.

 

Orari di apertura Museo e Punto Vendita

Feriali: 9.00 - 12.30 / 14.30 - 19.00
Festivi: 9.00 - 12.30
Chiusura completa nei seguenti giorni:
Domeniche di gennaio e febbraio, domenica di Pasqua, 15 agosto, 25 26 e 31 dicembre, 1-6 gennaio e dal 15 al 31 gennaio.

 

Dove si trova il Museo

 

Museo e punto vendita sono situati presso la nostra sede di Cisano di Bardolino, sulla statale gardesana in posizione facilmente individuabile, a pochi chilometri dall’autostrada del Brennero (uscita Affi) e dalla Milano – Venezia (uscita Peschiera del Garda).
Nei mesi di notevole afflusso turistico uscite autostradali consigliate: Affi o Verona nord.